Stalking Eva
Stalking Eva

Stalking Eva

Di Joe Verni

Con Ksenia Kapinos, Philippa Bingham, Douglas Dean, Mehdi Mahdloo, Tim Daish, Leonardo Sbragia, Alex Adinolfi, Marcus J. Cotterell, Tatjana Inez Nardone, Elettra Capuano

Italia | 2015 | 94'
Eta6 Sesso Violenza

Eva, ragazza dell’est straordinariamente bella appena arrivata a Milano per cercare successo come modella, viene subito a contatto con una serie di personaggi più interessati al suo corpo che al suo talento. Dopo un traumatico evento per cui Eva chiederà aiuto alla sua amica Cindy, la ragazza si ritroverà invischiata in una catena di omicidi perpetrati in nome di un antico rito occulto, dalle cui maglie dovrà cercare di sfuggire.

Stalking Eva, diretto da Joe Verni, vede protagoniste le modelle internazionali emergenti Ksenia Kapinos e Philippa Bingham. Un thriller che affronta il tema dello stalking, e più in generale della violenza contro le donne, una tematica forte e attualissima che in questo contesto ci pone dinanzi a degli interrogativi. Quale soglia di dolore ognuno di noi riesce a sopportare? E quali le conseguenze, se la vittima si trasformasse in carnefice?

Il prologo manifesta un sapore che rimanda in maniera evidente ai thriller italiani degli anni Settanta, ma non si fatica neppure ad avvertire una certa influenza da parte del craveniano Scream (1996) e da Tenebre (1982) di Dario Argento. Del resto, anche l’immagine delle mantidi posta immediatamente dopo i titoli di testa non può fare a meno di richiamare alla memoria il cinema dell’autore di Profondo rosso (1975) e Phenomena (1984), sebbene, in generale, Stalking Eva tenda ad immergersi in un’ambientazione ed un look fotografico non poco vicini a Sotto il vestito niente (1985) di Carlo Vanzina e ad altre analoghe operazioni appartenenti al decennio in cui spopolarono i Duran Duran e Freddy Krueger. Impressione conferita, probabilmente, dal fatto che la protagonista Eva, bellissima ragazza dell’est con le fattezze di Ksenia Kapinos, ancora prima di entrare in contatto con disprezzabili personaggi interessati più al suo corpo che al suo talento arrivi a Milano nel tentativo di cercare successo all’interno del mondo della moda, scenografia, appunto, anche della citata pellicola interpretata da Renee Simonsen sotta la regia del figlio di Steno.




Guarda il trailer